Malbech delle Venezie

Rossi

La vite è presente, in quest’area di confine tra Veneto e Friuli, da oltre 3.000 anni. I Romani prima ma soprattutto la Serenissima Repubblica di Venezia trovarono qui un ottimo terroir per rifornire le proprie cantine, tanto che ancora oggi i prodotti della zona sono celebrati come “i vini dei Dogi”.
Originario e diffusissimo in Francia, nel bordolese come nella Loira e nel Cahors, il Malbech ha conquistato negli ultimi decenni nuovi territori sia nel nuovo mondo, dove spicca l’Argentina che ne ha fatto il proprio prodotto “bandiera”, che in Europa ed in particolare in Italia dove, quantomeno in Veneto, è presente da tempi non sospetti, potendone documentare la presenza già dalla fine del diciannovesimo secolo.
Rosso complesso anche se tipicamente poco tannico, presenta al naso sentori di piccoli frutti rossi dolci (ribes, mirtillo) e nuance più speziate e pepate. Di facile abbinamento al desco, tanto da poterlo battezzare come vino da tutto pasto, può essere affiancato a primi asciutti conditi con sughi rossi ed a seconde portate a base di carni, sia bianche che rosse, cucinate alla piastra o in padella.
Servire intorno a 16° C.