Merlot-Raboso IGT Veneto 2020

L’uva Merlot, originaria del bordolese ma ben radicata in Veneto da tempi immemori, e l’autoctono vitigno Raboso, abitante da sempre della parte orientale della regione ove scorre il Piave (di cui il torrente omonimo è affluente) si integrano vicendevolmente in questo rosso che racchiude in sé la tipicità dei rossi locali.

L’apporto del Raboso in questo matrimonio tra uve è da individuare sicuramente nel nerbo, acidità e maschia trama tannica che vanno ad irrobustire le femminee doti del Merlot, caratterizzato come noto da sensazioni fruttate dolci e rotonde.

La pronta beva, delle piacevoli note di piccoli frutti rossi vivificate da un substrato erbaceo, che in un verace veneto dell’est non deve assolutamente mancare, ed una gradazione non troppo elevata sono la carta d’identità di questo semplice ma immediato rosso, moderno ma legato alla tradizione nel contempo, che ben si accompagna umilmente a tutte le portate non eccessivamente elaborate della cucina povera italiana, a base di cereali e verdure come le zuppe di farro o di fagioli, frittate, torte salate ma anche secondi piatti a base di carni cucinate in modo semplice e non pretenzioso e formaggi freschi. Servire intorno ai 15° C.