Verdeca Puglia IGT 2018

Bianchi

Sono il colore tendente al verde chiaro dell’uva a maturazione nonché le nuance dei riflessi nel bicchiere del vino che ne deriva ad aver battezzato nei secoli passati questo vitigno autoctono pugliese di probabile origine greca, già menzionato nel 1629 col nome “Verdeca di Gravina” nel trattato della vite e del vino dell’autore pugliese Prospero Rendella.
Al naso si presenta con sentori di fiori bianchi di campo e chiude con fresche sensazioni agrumate; al palato spiccano le note minerali sostenute da una vibrante acidità che dona lunghezza e freschezza.
Vino prettamente primaverile/estivo, adatto per accompagnare l’intero desinare, ben si sposa ad antipasti magri, primi piatti anche freddi come le insalate di riso o conditi con sughi leggeri a base di pesce, seppie e polpi in tegame, frittate e latticini freschi come la burrata e persino carni bianche non eccessivamente saporite. Servire tra 8° e 10° C